Menu Chiudi

Opere maggiori

LE GALLERIE NATURALI

GALLERIA SANT’URBANO

La galleria naturale S. Urbano, di tipo a doppia canna e traffico unidirezionale, si estende dal Km 9+000 alla Km 10+550 in asse SPV con tracciato curvilineo.
La tipologia della galleria è a doppio fornice, secondo le sagome previste dal D.M. 05.11.2001 per Extraurbana principale di cat. B.
All’interno della galleria sono stati realizzati dei collegamenti tra i fornici sia di tipo carrabile, sia di tipo pedonale, dotati di serramenti di tipo EI, e nel caso dei collegamenti pedonali costituiscono delle zone filtro.
La galleria naturale S. Urbano, di tipo a doppia canna e traffico unidirezionale, La larghezza di entrambe le canne è di 13.20 m, con larghezza della piattaforma stradale pari a 11.25 m, mentre l’altezza libera interna, tenendo conto delle caratteristiche del tracciato stradale, è variabile da un minimo di 5.50 m a un massimo di 8.35 m, al lordo degli impianti tecnologici installati in volta.
La pendenza trasversale della piattaforma è variabile tra +/- 2.50% e +/- 5.63%, mentre quella longitudinale media è pari a +/-0.65%

Vie di fuga e uscite di emergenza

In tutte le gallerie è stata realizzata una corsia di emergenza di larghezza pari a 3m sul lato della corsia di marcia e banchine pedonabili di larghezza minima 0.75m lato corsia di sorpasso, che gli utenti potranno utilizzare come percorso di esodo in caso di emergenza.
Nella galleria naturale S. Urbano sono stati realizzati quattro bypass pedonali e un bypass
carrabile/pedonale. Gli attraversamenti sono stati realizzati con interdistanza di circa 300 m.

Stazioni di emergenza

Nella galleria S. Urbano sono installate n.31 stazioni di emergenza, di cui n.5 all’interno dei by pass pedonali, n.4 agli imbocchi e n.11 all’interno di ogni fornice, poste a interasse non superiore ai 150 m.

Piazzole Di Sosta

Considerata l’esistenza della corsia di emergenza all’interno delle gallerie, non sono state previste piazzole di sosta in conformità a quanto stabilito dal D.Lgs. 264/06 Ventilazione
Nella galleria Sant’Urbano è stato installato un impianto di ventilazione meccanica di tipo longitudinale che consente il controllo degli inquinanti emessi dai veicoli nelle condizioni di traffico fluido, congestionato e bloccato ed il controllo di fumo e calore in caso di incendio.

Rilevatori Lineari Di Temperatura

Il sistema permette l’attivazione in automatico dei sistemi di sicurezza quali segnalazione dell’evento, illuminazione di sicurezza, ventilazione, impianti automatici di spegnimento, ecc. Il sistema cavo sensorico contiene piccoli circuiti elettronici termosensibili, con indirizzamento definito, posizionati a distanze prefissate all’interno di un cavo speciale protetto dai disturbi elettromagnetici.
L’allarme viene generato quando la temperatura di un sensore supera la soglia massima oppure quando vi è un incremento di temperatura, di pochi gradi, in un dato tempo (gradiente di temperatura). Dato che la temperatura viene misurata con una risoluzione di 0,1°C, il sistema raggiunge una alta sensibilità e grazie all’uso di particolari algoritmi, vengono eliminati falsi allarmi dovuti ai cambiamenti naturali di temperatura.

Drenaggio

Tenendo conto del fatto che sarà autorizzato il trasporto delle merci pericolose, è stato realizzato un sistema di drenaggio con canaletta asolata, per la raccolta dei liquidi infiammabili e tossici sversati accidentalmente nella galleria, al fine di impedire incendi nonché il propagarsi delle sostanze all’interno di un fornice e tra i fornici.
L’adozione della canaletta asolata permette, a vantaggio di sicurezza per gli utenti che si trovino coinvolti in un eventuale incidente, una più rapida intercettazione ed allontanamento del liquido sversato, rispetto a sistemi costituiti dai soli pozzetti tagliafuoco.
Sistema Scada
Per quanto concerne le gallerie della tratta in esame, i sistemi più importanti preposti alla sicurezza degli utenti, che fanno capo al Centro Operativo di Controllo sistema SCADA, sono i seguenti:

  • Pannelli a messaggio variabile all’imbocco della galleria;
  • Sistema radio interno alla galleria;
  • Impianti di distribuzione e trasformazione elettrica;
  • TVCC all’interno della galleria;
  • TVCC agli imbocchi della galleria;
  • Stazioni di emergenza SOS;
  • Impianto di ventilazione;
  • Stazioni meteo in zone esterne agli imbocchi (rilevazione pressione atmosferica e caratteristiche del vento);
  • Anemometri e rilevamento inquinanti gassosi per il funzionamento automatico della ventilazione per il controllo degli inquinanti.

GALLERIA MALO

La galleria naturale Malo si colloca a cavallo dei confini comunali di Cornedo Vicentino, Malo (VI) dal Km 15+200 e per una porzione molto piccola, nei confini comunali di Castelgomberto (VI), in posizione intermedia fra gli abitati di Isola Vicentina, Monte di Malo, Cornedo Vicentino e Malo.
La galleria a doppio fornice è compresa all’interno del lotto 1 e sotto attraversa per intero la porzione orientale della dorsale montuosa di Monte Pulgo – Monte Pian.
La galleria è situata tra la galleria artificiale “Cengelle” e lo svincolo di Malo.
La tipologia della galleria è a doppio fornice, secondo le sagome previste dal D.M. 05.11.2001 per Extraurbana principale di cat. B.
La sezione interna della galleria tratto naturale è monocentrica, con raggio costante per calotta e piedritti di 6.60m. La sezione della galleria tratto artificiale posta ai due imbocchi è di forma rettangolare e presenta altezza di 7,55m.
La sagoma interna di intradosso e le installazioni idrauliche e di sicurezza sono state adottate nel rispetto della Circolare ANAS 33_05 “Sagome interne gallerie” del 10.11.2005.
La piattaforma interna della galleria presenta due corsie di marcia da 3.75m di larghezza, una corsia di emergenza da 3.0m di larghezza ed una banchina di 0.75 m di larghezza.
La piattaforma è delimitata lateralmente da due profili ridirettivi tipo New-Jersey di altezza pari a 1m, a tergo dei quali è previsto di collocare i cavidotti necessari per le installazioni impiantistiche, con relativi pozzetti di ispezione.
Le acque di piattaforma saranno raccolte sul lato in pendenza, all’interno di un manufatto prefabbricato con scarico in un tubo in calcestruzzo. Il tubo è interrotto da pozzetti di ispezione sifonati con funzione antifiamma, posizionati ogni 50m di galleria.
La galleria Malo presenta un tracciato orientato in direzione N-S nei primi due terzi dell’estesa, ruotando successivamente con un’ampia curva in direzione NE-SW.
Le progressive di inizio e fine galleria, la lunghezza della galleria, con i relativi tratti di galleria artificiale e naturale misurate sull’asse di tracciamento centrale, sono riportate nella tabella seguente:

L’interasse tra i due fornici è costante per la quasi totalità del tracciato ed è pari a 33 m ca., con un diaframma di roccia di separazione tra le due canne di spessore pari a circa 15m.
La pendenza longitudinale media della piattaforma per i due tratti con pendenza dello stesso segno è pari a – 1,12% e + 1,66%, mentre quella longitudinale più rappresentativa è dello 0,9%.
Nei pressi dell’imbocco lato Treviso, presenta una “Corda molle” con pendenza comunque limitata e pari al 2,99%.

Vie Di Fuga E Uscite Di Emergenza

Per la galleria Malo sono stati realizzati by-pass pedonali con interdistanza di circa 300m, che connetteranno fisicamente i due fornici.
L’accesso ai collegamenti pedonali è opportunamente segnalato ed illuminato con guida luminosa a Led (cornice) di colore verde, permanentemente in funzione, realizzata in lega di alluminio, con diffusore in policarbonato trasparente e resistente agli urti.
Le pareti che si affacciano sui fornici, sono realizzate in materiale resistente al fuoco classe REI 120, comprensive di n.2 porte pedonali per lato, anche esse in classe REI120.
Le condizioni di sicurezza degli utenti che hanno accesso alla via di fuga sono assicurate da un sistema di ventilazione dedicato.

Piazzole Di Sosta

La tipologia della galleria è a doppio fornice, secondo le sagome previste dal D.M. 05.11.2001 per Extraurbana principale di cat. B.
La piattaforma interna della galleria prevede:

  • Corsia di emergenza 3.00 m;
  • Corsia di marcia normale 3.75 m;
  • Corsia di sorpasso 3.75 m;
  • Banchina in sx 0.75 m.

La larghezza totale della piattaforma stradale è quindi pari a 11.25 m. Le gallerie sono sempre a doppia canna.
Su entrambi i cigli stradali di ogni carreggiata sono stati disposti dei profili redirettivi.
Ventilazione
Nella galleria Malo è stato installato un impianto di ventilazione meccanica di tipo longitudinale che consente il controllo degli inquinanti emessi dai veicoli nelle condizioni di traffico fluido, congestionato e bloccato ed il controllo di fumo e calore in caso di incendio.

Rilevatori Lineari Di Temperatura

Il sistema permette l’attivazione in automatico dei sistemi di sicurezza quali segnalazione dell’evento, illuminazione di sicurezza, ventilazione, impianti automatici di spegnimento, ecc. Il sistema cavo sensorico contiene piccoli circuiti elettronici termosensibili, con indirizzamento definito, posizionati a distanze prefissate all’interno di un cavo speciale protetto dai disturbi elettromagnetici.
L’allarme viene generato quando la temperatura di un sensore supera la soglia massima oppure quando vi è un incremento di temperatura, di pochi gradi, in un dato tempo (gradiente di temperatura). Dato che la temperatura viene misurata con una risoluzione di 0,1°C, il sistema raggiunge una alta sensibilità e grazie all’uso di particolari algoritmi, vengono eliminati falsi allarmi dovuti ai cambiamenti naturali di temperatura

Stazioni Di Emergenza

Nella galleria Malo sono state installate 108 stazioni di emergenza, di cui venti all’interno dei by pass pedonali, quattro agli imbocchi e quarantadue per ogni canna, poste ad interasse di circa 150 m. Le stazioni di emergenza all’interno dei by pass sono equipaggiate con un sistema di chiamata di emergenza SOS e due estintori, di cui uno a polvere e uno a schiuma. Quelle all’interno della galleria invece conterranno anche un idrante UNI 45 o un UNI 70 se posizionate all’imbocco.

Sistema Scada

Per quanto concerne le gallerie della tratta in esame, i sistemi più importanti preposti alla sicurezza degli utenti, che fanno capo al Centro Operativo di Controllo sistema SCADA, sono i seguenti:

  • Pannelli a messaggio variabile all’imbocco della galleria;
  • Sistema radio interno alla galleria;
  • Impianti di distribuzione e trasformazione elettrica;
  • TVCC all’interno della galleria;
  • TVCC agli imbocchi della galleria;
  • Stazioni di emergenza SOS;
  • Impianto di ventilazione;
  • Stazioni meteo in zone esterne agli imbocchi (rilevazione pressione atmosferica e caratteristiche del vento);
  • Anemometri e rilevamento inquinanti gassosi per il funzionamento automatico della ventilazione per il controllo degli inquinanti.

LE GALLERIE ARTIFICIALI

Le gallerie artificiali sono ubicate in modo abbastanza uniforme lungo tutto lo sviluppo della arteria stradale. Sono notevoli i tratti del tracciato che si sviluppano in galleria artificiale proprio perché una delle linee ispiratrici del progetto è stata quella di incidere il territorio circostante al minimo visto il notevole grado di antropizzazione delle aree attraversate.

In conformità a quanto stabilito dal decreto, le caratteristiche strutturali della galleria sono state individuate facendo riferimento agli aspetti di seguito elencati:

  • volume di traffico previsto
  • sicurezza
  • percentuale di automezzi pesanti
  • dislivello
  • lunghezza

Poiché in fase di progettazione la previsione a 15 anni indica che il volume di traffico avrebbe superato i 10.000 veicoli al giorno per corsia, le gallerie sono state progettate a doppio fornice con traffico unidirezionale e con corsia di emergenza. Le gallerie hanno sezione rettangolare di altezza libera minima pari a 5.5 metri e piattaforma stradale composta da 2 corsie da 3.75 metri più emergenza nonché banchina interna da 0.75metri, limitata lateralmente da profili redirettivi. La corsia di emergenza è stata realizzata di larghezza pari a 3 metri completamente asfaltata, come le corsie di marcia e sorpasso. Il numero delle corsie previste per la sezione stradale, sia all’ interno che all’ esterno delle gallerie, è sempre lo stesso. Il tipo di asfalto utilizzato per la pavimentazione delle gallerie è di tipo drenante nei primi 50 metri dagli imbocchi e di tipo non drenante nella parte restante.

Nella tratta in esercizio sono presenti le gallerie artificiali:

  • Galleria artificiale S.P. 246 (dal Km 11+526 al Km 11+668)
  • Galleria artificiale Roggia Molin (dal Km 13+639 al Km 13+765)
  • Galleria artificiale S.S. 246 (dal Km 14+091 al Km 14+173)
  • Galleria artificiale Zona Industriale (dal Km 14+316 al Km 14+681)
  • Galleria artificiale Cengelle (dal Km 15+030 al Km 15+200)
  • Galleria artificiale Bassi (dal Km 25+537 al Km 25+785)
  • Galleria artificiale Rostone (dal Km 26+024 al Km 26+198)
  • Galleria artificiale Simeone 1 (dal Km 27+232 al Km 27+731)
  • Galleria artificiale Simeone 2 (dal Km 27+931 al Km 28+127)
  • Galleria artificiale Igna (dal Km 29+441 al Km 29+541)
  • Galleria artificiale Cà Fusa – Vegra – Madonnetta (dal Km 31+427 al Km 32+057)
  • Galleria artificiale Gasparona (dal Km 32+695 al Km 32+852)
  • Galleria artificiale Venezia (dal Km 34+654 al Km 34+695)
  • Galleria artificiale Olmo (dal Km 35+816 al Km 35+896)
  • Galleria artificiale Marostica Ovest (dal Km 42+532 al Km 43+158)
  • Galleria artificiale Marostica Est (dal Km 43+629 al Km 43+841)
  • Galleria artificiale Ca’ Dolfin (dal Km 50+036 al Km 50+123)
  • Galleria artificiale Cassola (dal Km 53+177 al Km 53+881)
  • Galleria artificiale Loria – Mussolente (dal Km 55+516 al Km 55+846)
  • Galleria artificiale Torrente Viazza (dal Km 59+262 al Km 59+464)
  • Galleria artificiale Altivole (dal Km 63+549 al Km 64+039)
  • Galleria artificiale Noaje (dal Km 65+614 al Km 65+738)
  • Galleria artificiale San Pietro (dal Km 67+153 al Km 67+278)
  • Galleria artificiale Zilio (dal Km 67+733 al Km 67+919)
  • Galleria artificiale Brentella (dal Km 70+452 al Km 70+552)
  • Galleria artificiale Caravaggio (dal Km 71+189 a 71+284)
  • Galleria artificiale Trevignano (dal Km 76+034 al Km 76+794)
  • Galleria artificiale Via Feltrina (dal Km 79+432 al Km 79+462)
  • Galleria artificiale Pastro (dal Km 84+726 al Km 84+816 in carreggiata Nord / dal Km 84+720 al Km 84+800 in carreggiata Sud)
  • Galleria artificiale Colombere (dal Km 86+194 al Km 86+489)
  • Galleria artificiale Lavaio (dal Km 87+654 al Km 87+759)
  • Galleria artificiale Lavaio (dal Km 91+079 al Km 91+329)
  • Galleria artificiale Spresiano (dal Km 92+399 al Km 92+689)

ILLUMINAZIONE DELLE GALLERIE


Per le gallerie sono stati previsti i seguenti tipi di illuminazione: Illuminazione permanente a tecnologia LED disposta in ambedue le corsie con armature in corpo di alluminio estruso, suddivise in due circuiti alternati e alimentati da sezione normale e di emergenza e la cui emissione luminosa è gestita da regolatore con centralina ad onde convogliate.

  • Illuminazione di rinforzo disposta in ambedue le corsie. Svolgono la funzione di variare il flusso luminoso delle lampade al variare della luminanza rilevata agli imbocchi da apposite sonde.
  • Illuminazione di sicurezza posta su profilo redirettivo su entrambi i lati della galleria realizzata con guida luminosa a led, suddivisa su due circuiti assistiti in emergenza da UPS o gruppo elettrogeno con tampone in UPS.
    • Sono stati adoperati più regolatori di potenza, per rendere il sistema più robusto e meno sensibile ai guasti che possono verificarsi su un dispositivo.
      La regolazione è comandata dai sensori di luminanza esterna disposti nelle due zone di accesso delle gallerie, in modo da monitorare continuamente il livello di luminanza delle zone stesse.
      Inoltre l’illuminazione di emergenza assicura il mantenimento di un illuminamento minimo nel caso di un guasto alle linee di alimentazione o nel caso di “black-out” sulla rete di distribuzione del gestore locale.

APERTURA ALL’UTENZA AREE DI SERVIZIO DI COLCERESA E DI ALTIVOLE – 29/02/2024 ORE 10:00

Gentili Viaggiatori,

Siamo lieti di informare che il giorno 29/02/2024 dalle ore 10:00 saranno aperte all’Utenza le aree di servizio di Colceresa e di Altivole in entrambe le direzioni, site rispettivamente al Km 40 e al Km 60+500 della Superstrada Pedemontana Veneta.

AugurandoVi buon viaggio ringraziamo per aver utilizzato i nostri servizi.

Cordialmente

Superstrada Pedemontana Veneta