Menu Chiudi

Tratte

TRATTA 2A INTERCONNESSIONE A31 – BREGANZE

Aperta al traffico il 3 giugno 2019, si sviluppa pe un totale di 6 km, tra la progressiva Km 28+160 posta a sud dell’autostrada A31 “Valdastico” sino alla progressiva Km 33+860 situata nel Comune di Breganze all’altezza dell’omonimo svincolo ovest. L’asse principale si mantiene in trincea profonda per attenuare al minimo l’impatto territoriale ed ambientale sull’area circostante. La continuità delle viabilità secondarie e della rete idraulica in superficie viene mantenuta mediante la realizzazione di un manufatto di cavalcavia con spalle a raso e da ponte canale. In prossimità delle località Madonnetta di Sarcedo è stata prevista l’adozione di tratti in trincea coperta, introducendo le opere “Galleria artificiale Cà Fusa-Vegra/Madonnetta”, limitando così l’intrusione nel territorio e meglio garantendo la protezione e mitigazione nei confronti dell’abitato e dell’aziende agricole limitrofe. Il tracciato rimane in trincea e con una ulteriore galleria di lunghezza 158,20 m sottopassa la S.P. Gasparona posizionando il tracciato della SPV a nord della provinciale citata, risalendo poi in rilevato per superare il torrente Astico con un viadotto di lunghezza ml 180,00 per raggiungere per mezzo di un raccordo planimetrico l’origine dello svincolo di Breganze ovest.

Gallerie artificiali

Le gallerie artificiali sono ubicate in modo piuttosto uniforme lungo tutto lo sviluppo della arteria stradale. Sono notevoli i tratti del tracciato che si sviluppano in galleria artificiale proprio perché una delle linee ispiratrici del progetto è stata quella di incidere il meno possibile sul territorio circostante anche visto il notevole grado di antropizzazione delle aree attraversate.

In conformità a quanto stabilito dal decreto, le caratteristiche strutturali della galleria sono state individuate facendo riferimento agli aspetti di seguito elencati:

  • volume di traffico previsto;
  • sicurezza;
  • percentuale di automezzi pesanti;
  • dislivello;
  • lunghezza

Poiché in fase di progettazione la previsione a 15 anni indica che il volume di traffico avrebbe superato i 10.000 veicoli al giorno per corsia, le gallerie sono state progettate a doppio fornice con traffico unidirezionale e con corsia di emergenza. Le gallerie hanno sezione rettangolare di altezza libera minima pari a 5.5 metri e piattaforma stradale composta da 2 corsie da 3.75 metri più emergenza nonché banchina interna da 0.75metri, limitata lateralmente da profili redirettivi. La corsia di emergenza è stata realizzata di larghezza pari a 3 metri completamente asfaltata, come le corsie di marcia e sorpasso. Il numero delle corsie previste per la sezione stradale, sia all’ interno che all’ esterno delle gallerie, è sempre lo stesso. Il tipo di asfalto utilizzato per la pavimentazione delle gallerie è di tipo drenante nei primi 50 metri dagli imbocchi e di tipo non drenante nella parte restante.

Nella tratta 2A, sono presenti 3 gallerie artificiali:

  • Galleria Artificiale Igna (progressiva da 24+881 a 24+980.60)
  • Galleria Artificiale Cà Fusa/ Vegra (progressiva da 26+866 a 27+496)
  • Galleria Artificiale Gasparona (progressiva da 28+135 a 28+293)

 

APERTURA AL TRAFFICO INTERCONNESSIONE SPV – AUTOSTRADA A4 BRESCIA PADOVA
Sabato 04 maggio 2024 dalle ore 08:00

Gentili Viaggiatori,

Siamo lieti di informare che il giorno sabato 04 maggio 2024 dalle ore 08:00, sarà aperta al traffico l’interconnessione con l’autostrada A4 Brescia Padova, pertanto sarà possibile immettersi in SPV all’altezza di Montecchio Maggiore senza barriera di esazione.

Con l’apertura di questo ultimo tratto, la Superstrada Pedemontana Veneta assume configurazione definitiva, promettendosi il raggiungimento degli obiettivi fondanti la sua realizzazione :

Garantire un’adeguata risposta alla domanda di mobilità generata dal territorio pedemontano, che risulta essere il più urbanizzato e industrializzato del Veneto;

Completare la rete viaria di primo livello del Veneto, mettendo a sistema le grandi infrastrutture autostradali e sostenendo lo sviluppo policentrico veneto tramite riordino della maglia infrastrutturale esistente;

Integrare la rete della grande viabilità nei corridoi europei.

Certi che SPV sarà di importante ausilio al consolidamento del successo economico e turistico della Regione Veneto, cogliamo questa occasione per ringraziare i numerosi Viaggiatori che fino ad oggi hanno percorso la Superstrada Pedemontana Veneta.

Cordialmente

Superstrada Pedemontana Veneta

Istituzione temporanea del limite di velocità massima consentita di 90 km/h

Gentili Viaggiatori,

Informiamo che nel tratto di strada compreso tra le stazioni di Montecchio Maggiore Nord e Valle Agno dal km 8+000 al km
8+500 direzione Treviso
, fino al 31/05/2024 il limite di velocità massima consentita è ridotto a 90 km/h.

AugurandoVi buon viaggio ringraziamo per aver utilizzato i nostri servizi.

Cordialmente

Superstrada Pedemontana Veneta